martedì 8 giugno 2010

Iphone 4G svelato



In realtà ci aveva già pensato Gizmodo a presentarlo ad appassionati e curiosi, trasformandolo quasi in un affare di stato, ma ieri Jobs a San Francisco, ha alzato il sipario ufficialmente sull'ultima incarnazione del suo smartphone, più ricco, più sottile, più leggero e, sorprendentemente, meno caro, segno evidente che la concorrenza si fa comunque sentire e non è più tempo di spararla grossa.

Sì parla di 99$ per il vecchio 3GS, di 199 $ per il modello 4G da 16GB e appena 299$ per il top di gamma con 32 GB di memoria¹.
Visti i precendenti, praticamente è regalato.
Al taglio deciso dei prezzi, non è seguito un impoverimento delle funzionalità, che anzi sono aumentate considerevolmente, trasformando iPhone in una piattaforma multimediale tascabile, per fruire di films, libri, musica, scattare fotografie e girare video in alta definizione, per poi montarli direttamente nel dispositivo con l'editor non lineare integrato.
Pazzesco, ma possibile.
Elevatissima la risoluzione del display: 960x640 in appena 3,5".
Le fotocamere sono diventate due, una frontale da 5 Mega Pixel e una posteriore con flash Led, debutta un secondo microfono e, ovviamente, è confermato il supporto a bluetooth, wi-fi, UMTS, GPRS e GPS.
Continuerà anche a telefonare, assicurano.
L'arrivo sul mercato è previsto negli Usa per il 24 giugno, mentre in Europa lo sbarco è stato pianificato per il prossimo luglio in due colorazioni: nero o bianco.
I prezzi nel resto del mondo non sono stati annunciati, ma è probabile che verrà attuato il solito cambio, 199 euro per 199 dollari e così via.
Il nuovo gingillo porta in dote iPhoneOS 4, che introduce il supporto alla videochiamata, ribattezzato FaceTime, permette il multitasking, comunque declinato alla maniera di Cupertino e, quindi, ancora selettivo rispetto ai servizi ed alle applicazioni da mantenere in background, aggiunge diverse altre funzionalità come, per esempio, la possibilità di personalizzare lo sfondo o suddividere le applicazioni in cartelle.
Col nuovo sistema, inoltre, dovrebbe debuttare iAd, il sistema di advertising brevettato da Apple che minaccia promette di essere la nuova frontiera in termini di comunicazione pubblicitaria, l'avanguardia, probabilmente, del martellamento mediatico cui saremo esposti ovunque e comunque negli anni a venire.
Un tasto per lo zapping, a ben guardare, avrebbe fatto comodo.

note: i prezzi si intendono comprensivi di abbonamento stipulato con un gestore telefonico

1 commento:

  1. "Continuerà anche a telefonare, assicurano."
    LOL :D

    RispondiElimina